Tu sei qui:HomeCollanePremio Ricerca «Città di Firenze»Contratti a lungo termine e rimedi correttivi

Contratti a lungo termine e rimedi correttivi

Nei contratti a lungo termine è particolarmente rilevante il tema delle sopravvenienze e dei rimedi correttivi. Il BGB (§ 313) e testi che promanano da organi sopranazionali, quali i Principi di diritto europeo dei contratti, i Principi Unidroit e il Draft Common Frame of Reference prevedono rimedi che consentono di adeguare il contratto in presenza di sopravvenienze e di altri presupposti. Analoghe forme di tutela non sono previste dal codice civile italiano, i cui rimedi, innanzi ad eventi che integrano una sopravvenienza, sono spesso inadeguati a soddisfare l'interesse alla conservazione del rapporto. L'evoluzione delle fonti pone in luce, in particolare, il rimedio risarcitorio e l'azione di esecuzione specifica dell'obbligo di concludere un contratto prevista nell'art. 2932 c.c. con importanti novità rispetto al passato. Dopo l'indirizzo giurisprudenziale che ammette il risarcimento del danno in presenza di un contratto concluso e valido, il rimedio risarcitorio assume una funzione correttiva del contratto e non soltanto conservativa dell'operazione economica. Dalla tutela risarcitoria e specifica emergono, insomma, fatti e tecniche operative che giustificano e consentono la correzione del contratto.

Leggi tutto

Supporti disponibili

Anno di edizione: 2012

Prezzo: 13,90 €

Pagine: 218

ISBN: 978-88-6655-294-9

aggiungi al carrello

Sconto del 10% (o superiori con un codice promozionale) per acquisti dal sito

Anno di edizione: 2012

Pagine: 218

e-ISBN: 978-88-6655-273-4

accedi all'opera

Accesso Aperto all'opera direttamente dalla piattaforma FUP

Titoli consigliati