Tu sei qui:HomeCollaneOltre la globalizzazione: le proposte della Geografia economica

Oltre la globalizzazione: le proposte della Geografia economica

Giornata di Studio della Società di Studi Geografici. Firenze 14 ottobre 2011

A cura di:

Filippo Randelli
Università degli Studi di Firenze - ORCID: 0000-0003-4669-5832

Francesco Dini
Università degli Studi di Firenze - ORCID: 0000-0001-6314-7198

Informazioni su Autori e Curatori


Questa opera è in Open Access

Quest’opera è disponibile in
Open Access

vai alla “Open Access Policy”

Licenza d'uso
CC BY ND 4.0

Nel 1980 Froebel, Heinrichs e Kreye pubblicarono in inglese The New International Division of Labour, cercando di evidenziare le conseguenze dalla riorganizzazione dei mercati dopo la crisi di metà anni Settanta, che si sarebbe presto trasformata nella cosiddetta globalizzazione. A distanza di un terzo di secolo, la "fantastica avventura" dell'integrazione dei mercati appare cristallizzata dalla crisi 2007-2008, che apre un altro periodo di forte instabilità. Ma la geografia della produzione di ricchezza è radicalmente trasformata. In un quadro di grande mutamento sociale, politico e culturale, la Cina, un paese allora definito "nano economico" è la seconda economia del Pianeta. Svanito l'omologante concetto di "Terzo Mondo", alcune economie ex-coloniali hanno intrapreso rapidi processi di crescita, mentre altre hanno rovinosamente accentuato il loro sottosviluppo. Le regioni tradizionalmente avanzate, allora definite "industriali", si sono aperte a ventaglio in traiettorie viceversa definite "post-industriali", alcune consolidando la loro competitività e altre innescando prolungati declini.

Leggi tutto

Supporti disponibili

Anno di edizione: 2012

Pagine: 616

e-ISBN: 978-88-6655-307-6