Tu sei qui: Home NewsPresentazione di La villa di Galileo in Arcetri / Galileo's villa at Arcetri

Presentazione di La villa di Galileo in Arcetri / Galileo's villa at Arcetri

Venerdì 20 ottobre alle ore 16 presso la villa di Galileo in via del Pian de’Giullari, 42 a Firenze, si terrà la presentazione del libro che descrive la casa dove Galileo trascorse gli anni dal 1631 alla morte nel 1642

Introducono Guido Chelazzi, Presidente del Museo di Storia Naturale dell’Università di Firenze e Giacomo Poggi, Coordinatore de “Il Colle di Galileo”.

Illustrano il libro Paolo Galluzzi, Direttore del Museo Galileo, Filippo Mannucci, Direttore dell’Osservatorio di Arcetri e Federico Tognoni, storico dell’arte, curatore del volume “Iconografia galileiana” per l’edizione nazionale delle opere di Galileo.

Il testo, nella serie “I libri de Il COLLE DI GALILEO” consiste in una guida bilingue italiano/inglese che descrive la casa dove Galileo trascorse gli anni dal 1631 alla morte nel 1642.

Ѐ la prima pubblicazione interamente dedicata a questo monumento nazionale oggi sede di studi e seminari organizzati dalle istituzioni scientifiche che fanno parte del Comitato del Colle di Galileo (Dipartimento di Fisica e Astronomia - Università di Firenze; Istituto Nazionale di Ottica – CNR; Osservatorio Astronomico di Arcetri – INAF; Galileo Galilei Institute – INFN) e aperto al pubblico per visite guidate organizzate dal Museo di Storia Naturale dell’Università di Firenze.

Ne sono autori Francesco Palla, direttore dell’osservatorio Astrofisico di Arcetri dal 2005 al 2011, impegnato in innumerevoli iniziative di ricerca in campo internazionale, divulgatore attento, immaturamente scomparso, Alberto Righini, già professore associato della nostra università, che ha dedicato una vita alle ricerche astronomiche, e che ha indagato sulla vicenda galileiana nelle sue opere letterarie, e Antonio Godoli, architetto che ha progettato e diretto il restauro della villa. Il testo è accompagnato da fotografie d’autore che illustrano gli esterni, il giardino e le stanze abitate dallo scienziato.

Alle immagini ha contribuito Giovanni Martellucci, fotografo dell’Università fiorentina, operante nell’ ambito delle discipline storico artistiche.

Titoli consigliati