Tu sei qui:HomeCollaneModerna/ComparataDopo la morte dell’io

Dopo la morte dell’io

Percorsi bassaniani «di là dal cuore»

Anna Dolfi
Università degli Studi di Firenze - ORCID: 0000-0003-3535-1313

Informazioni su Autori e Curatori


Collana: Moderna/Comparata ISSN 2704-5641 (print) - ISSN 2704-565X (online) Comitato scientifico: Moderna/Comparata
Questa opera è in Open Access

Quest’opera è disponibile in
Open Access

vai alla “Open Access Policy”

Licenza d'uso
CC BY 4.0

La morte dell’io attraversa la cultura moderna. Eppure il ruolo di psicopompo che Bassani sceglie per sé quando interrompe la scrittura narrativa per dare unità al Romanzo di Ferrara e affidare alla poesia versi costruiti in forma di epitaffio, obbedisce non solo a ragioni stilistiche ma anche profondamente etiche. Come se si fosse esplicitata la ‘necessità’ testimoniale che dà senso, tramite il Prologo, al Giardino dei Finzi-Contini e a quanto seguirà, e la coerente geometria costruttiva di un’intera opera (innervata fin dall’inizio da raffinate letture europee, da ricordi figurativi e longhiani che Anna Dolfi evidenzia con sapiente acribia) rivelasse appieno l’oltranza delle forma clessidra, di strutture coniche che lasciano intravedere lontane scaglie di luce, spingendo il reale sul periclitante discrimine dell’ombra. Là dove l’esistente (oggetti, personaggi/persone) si offre come un’immagine dipinta viva solo grazie alla rifrazione e all’indiretta proiezione dello sguardo. Questo libro, indagando le strategie della memoria bassaniana, i suoi giochi di rivelazione/occultamento, mentre si cala nei percorsi compositivi dei testi, nelle loro modalità allocutive (il privilegio, in poesia, della forma dialogica ed epistolare), interroga con forza i luoghi della distanza, l’introiezione del lutto, il rapporto tra storia e verità, tra codice di realtà e effetto di reale, le convergenze tra biografia e cultura (nei nomi di Caravaggio, Cézanne, De Staël, Morandi, Bacon; di Dante, Manzoni, Tommaseo, Hawthorne, James, della Dickinson, di Baudelaire, Mallarmé, Rimbaud…), offrendo un’interpretazione nuova e suggestiva del bassaniano scrivere «di là dal cuore».

Leggi tutto

Supporti disponibili

Anno di edizione: 2017

Prezzo: 17,90 €

Pagine: 246

ISSN print: 2704-5641

ISBN: 978-88-6453-531-9

Aggiungi al carrello

Sconto del 10% (o superiori con un codice promozionale) per acquisti dal sito

Anno di edizione: 2017

Pagine: 246

ISSN online: 2704-565X

e-ISBN: 978-88-6453-532-6

Scegli il file

Accesso Aperto all'opera direttamente dalla piattaforma FUP
Licenza d'uso: CC BY 4.0